Cosa vedere a Trieste in un giorno con i bambini

Trieste, capoluogo del Friuli Venezia Giulia, è una bellissima città porto, dalle influenze italiane, austro-ungariche e slovene. Cuore della città è la meravigliosa piazza Unità d’Italia, con i suoi palazzi monumentali ed un lato rivolto verso il mare, su cui si allunga il Molo Audace. Il bello di Trieste è che è una città dal centro non particolarmente esteso, che si può visitare a piedi, passeggiando tra un’attrazione e l’altra. In questo articolo, vi parlerò di cosa vedere a Trieste in un giorno e condividerò con voi, oltre a qualche spunto per chi intende visitare la città con i bambini, l’elenco dei migliori locali della città, stilato da un nostro amico triestino.

Noi sul Molo Audace a Trieste

Cosa vedere a Trieste in un giorno: le attrazioni più importanti del centro cittadino

Piazza Unità d’Italia e Molo Audace

Se penso a Trieste, la prima cosa che mi viene in mente è la meravigliosa piazza Unità d’Italia. Affacciata sul mare ed incorniciata da imponenti palazzi d’epoca, questa piazza è uno di quei luoghi che lasciano a bocca aperta. La vostra visita di Trieste non potrà che iniziare da qui. Lasciato il mare alle spalle, da sinistra a destra, si susseguono: Palazzo della Luogotenenza austriaca, ora sede della Prefettura; Palazzo Stratti, dove si trova il famoso Caffè degli Specchi; Palazzo Modello; il Palazzo del MunicipioPalazzo Pitteri, il Grand Hotel Duchi d’Aosta, conosciuto anche come Hotel Vanoli ed il Palazzo del Lloyd Triestino, sede della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. La piazza, ospita, poi, la Fontana dei Quattro Continenti di Mazzoleni e la colonna con la statua dell’Imperatore Carlo VI.  A circa 700 metri si trova, inoltre, il Museo Civico Revoltella, un’interessante galleria d’arte moderna.

Dopo aver passeggiato per Piazza Unità d’Italia, raggiungete il molo audace: una passerella sul mare di oltre 200 metri. Chiunque decida di vistare Trieste non può assolutamente rinunciare ad una passeggiata qui. Il mio consiglio è di tornare, poi, nel tardo pomeriggio, per ammirare il tramonto sul mare.

Cosa vedere a Trieste: molo audace in lontananza

Teatro Romano

Ai piedi del Colle di San Giusto, dietro Piazza Unità d’Italia, sorge il Teatro Romano, una delle più suggestive impronte dell’antica Tergeste romana. Tutte le volte che torno a visitare Trieste, questo luogo, totalmente immerso nel centro cittadino, mi lascia a bocca aperta. Il teatro, destinato a ospitare fino 3.500 spettatori, venne edificato quasi interamente in muratura e conserva un grande fascino.

Castello e Cattedrale di San Giusto

Nella vostra lista delle cose da vedere a Trieste in un giorno, non possono mancare il Castello e la Cattedrale di San Giusto.

Realizzato tra il 1468 ed il 1636, il Castello di San Giusto sorge sull’omonimo colle, che domina la città. Esso era il cuore della città antica. La sua edificazione partì dalla Casa del Capitano, un’abitazione fortificata affiancata da una torre, che venne, più tardi, inglobata in una fortezza triangolare munita ai tre vertici di bastioni: il Bastione Rotondo, il Bastione Lalio o Hoyos, dalla forma poligonale ed il Bastione Fiorito o Pomis, di forma triangolare.

Oggi il castello ospita il Civico Museo del Castello di San Giusto-Armeria ed il Lapidario Tergestino. Da qui, si può anche godere di un magnifico panorama sulla città.

Vista dal Colle di San Giusto

Visitato il castello, dirigetevi verso la Cattedrale di San Giusto, il più importante edificio religioso cattolico della città. L’aspetto attuale della Cattedrale deriva dall’unificazione di due chiese preesistenti: la Chiesa di Santa Maria e la Chiesa dedicata al martire San Giusto, patrono di Trieste. 

Cosa vedere a Trieste: Cattedrale di San Giusto

Arco di Riccardo

Passeggiando per Trieste, nel cuore della città vecchia, vi imbatterete anche nell’Arco di Riccardo: una porta romana risalente probabilmente al I secolo d.C.

Arco di Riccardo

Piazza della Borsa

Un’altra importante piazza cittadina è Piazza della Borsa. Di forma irregolare, questa piazza è dominata dai grandi edifici del Tergesteo e della Borsa (oggi sede della Camera di Commercio). Qui, sorgono, inoltre, una colonna, con una statua dell’imperatore Leopoldo I, e la fontana del Nettuno.

Chiesa Greco-Ortodossa di San Nicolò dei Greci

L’edificio, dalla facciata neoclassica, all’interno conserva una struttura settecentesca, ricca di decorazioni.

Chiesa Serbo-Ortodossa di San Spiridione

Assolutamente da vedere a Trieste sono anche le chiese. La chiesa di San Spiridione, aperta al culto nel 1868, ha una struttura in stile neobizantino. L’edificio, in pietra bianca con colonne in marmo rosso, ha una pianta a croce greca, coperta da una grande cupola. Gli interni sfarzosi sono decorati con affreschi e pitture su fondo ad olio. 

Cosa vedere a Trieste: chiesa di San Spiridione

Chiesa di San Silvestro

Situata in un punto nevralgico di Trieste, la chiesa di San Silvestro è il più antico edificio di culto della città. Chiesa cattolica fino al 1785, venne, in seguito, acquisita dalla Comunità Elvetica. Oggi è sede sia della Comunità Elvetica che di quella Valdese.

Canal Grande

Cosa vedere a Trieste: Canal Grande

Tra i luoghi di Trieste da non perdere c’è sicuramente Canal Grande. Il Canale è stato uno dei centri nevralgici della città. Lungo le sue sponde, infatti, si affacciano tutt’ora i palazzi, piazze, chiese e caffè storici. Il Canale era originariamente attraversato da 3 ponti. Oggi, tuttavia, rimane solo il Ponte Rosso, sul quale, nel 2004, è stata collocata la statua di James Joyce.

Canal Grande, Trieste

Faro della Vittoria

Trieste è una città di mare; non può, quindi, mancare una luce che guidi i naviganti. Il Faro della Vittoria, che dal 1927 domina la città e ricorda i caduti in mare della Prima Guerra Mondiale, si erge sul colle di Gretta ed è uno dei punti panoramici da cui si può godere di una vista mozzafiato sul golfo di Trieste.

Cosa vedere a Trieste con i bambini

Chi si appresta a visitare Trieste con i bambini, non si deve preoccupare: la città ha tanto da offrire anche ai piccoli viaggiatori. Tante sono, infatti, le attività in cui potrete coinvolgerli. Se, poi, avete qualche giorno a disposizione, nei dintorni si possono fare delle gite veramente interessanti. Ecco alcuni spunti:

Il dinosauro Antonio

Chi ama i dinosauri più dei bambini? Nel 1994, in un sito non lontano da Trieste, è stato riportato alla luce lo scheletro completo di un dinosauro perfettamente conservato. Il fossile di dinosauro è, poi, stato spostato dalla zona di ritrovamento al Museo di Storia Naturale di Trieste, dove è possibile ammirarlo.

Trieste Adventure Park

Al Trieste Adventure Park sono presenti diversi percorsi con difficoltà crescenti, adatti ad adulti e bambini fin dai 3 anni d’età. Qui, è possibile camminare su ponti di corda sospesi nell’aria e mettere alla prova le proprie abilità.

Aquario Marino di Trieste

Al Civico Aquario Marino si possono ammirare specie marine provenienti prevalentemente dal Golfo di Trieste. Sicuramente i bambini saranno felicissimi di visitarlo!

Immaginario Scientifico

Tra le attrazioni di Trieste più interessanti per chi viaggia con i bambini, c’è l’Immaginario Scientifico: un museo della scienza interattivo e multimediale che propone percorsi, mostre e attività di vario genere.

Grotta Gigante

Un altro luogo da non perdere nei dintorni di Trieste, se viaggiate con i bambini, è la Grotta Gigante. Questa spettacolare grotta carsica li lascerà sicuramente a bocca aperta. Durante la visita si percorrono 850 metri e si scende fino a 100 metri di profondità. 

Cosa vedere nei dintorni di Trieste 

Castello di Miramare

Se vi fermate a Trieste qualche giorno, non potete non visitare il bellissimo Castello di Miramare, dimora dell’Arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo. Il castello si affaccia sul mare ed è circondato da un grande parco, ricco di rare ed esotiche specie arboree.

Risiera di San Sabba – Monumento Nazionale

Nata come stabilimento per la lavorazione del riso alla fine dell’800, la Risiera di San Sabba, è stato l’unico campo di concentramento munito di crematorio dell’attuale territorio italiano. 

Visitare Trieste nel periodo del Covid

Se state programmando di visitare Trieste in questo periodo, considerate che, al fine di sostenere il rilancio turistico della città, è stato prorogato sino al 31 dicembre l’accesso gratuito a tutti musei comunali.

Se siete, poi, in cerca di altre informazioni sulla città, non perdete il sito https://www.discover-trieste.it

Cosa vedere a Trieste in un giorno: i caffè storici

Trieste è famosa anche per i suoi caffè dal fascino retrò, di tradizione mitteleuropea.

  • Caffè Tommaseo:  situato in Piazza Nicolò Tommaseo, nel centro della città, questo è il caffè più antico di Trieste. Ritrovo di artisti, letterati  e uomini d’affari, ospitava spesso mostre e concerti. Ad oggi è insignito dell’onorificenza di locale storico d’Italia.
  • Caffè degli specchi: situato in piazza Unità d’Italia, questo caffè venne fondato nel 1839 e richiama l’eleganza dei salotti di un tempo. Frequentato da intellettuali e protagonisti della storia letteraria di Trieste, è oggi il luogo ideale per bere una cioccolata.
  • Caffè San Marco: nato a inizio ‘900, questo caffè divenne da subito ritrovo di studenti ed intellettuali. L’Antico Caffè San Marco è stato completamente restaurato dopo che, nel maggio del 1915, un gruppo di soldati dell’esercito austroungarico lo devastò. È un luogo perfetto per un buon caffè o un pranzo.

Visitare Trieste: dove mangiare a Trieste

Siamo molto fieri di questa parte della nostra guida alla città di Trieste. Per darvi questi consigli, infatti, abbiamo chiesto aiuto ad un amico triestino, che ci indicato quelli che sono i suoi locali preferiti in città.

Trattorie e buffet di Trieste

  • Trattoria da Giovanni: situata non lontano da piazza Sant’Antonio, questa è una delle più antiche osterie della città. Sono da provare il panino con prosciutto cotto tagliato a mano, senape e rafano e i Sardoni fritti alla triestina.
  • Buffet Siora Rosa: in questo tipico locale triestino, nato nel 1921, è possibile pranzare con panini a base di maiale, bolliti, gulash e piatti caldi. Assolutamente da non perdere il tiramisù fatto in casa.
  • Buffet Birreria Rudy: oltre ai bollliti, tipici della cucina triestina, qui, troverete anche diverse specialità bavaresi.

Bar e pasticcerie di Trieste

Se, dopo aver camminato per le vie di Trieste, avete bisogno di una pausa, per un ottimo gelato vi consigliamo di fermarvi alla gelateria Jazzin

Per i più golosi, è, invece, d’obbligo una visita alla storica Pasticceria La Bomboniera, dove è assolutamente da provare la torta Dobos, inventata dal pasticciere ungherese József Dobos nel 1884. 

Infine, vi suggeriamo di fermarvi nel bar-libreria Knulp, in cui i libri fanno da cornice ad eventi culturali. Un luogo veramente unico, con scaffali dedicati al bookcrossing, testi sul cinema, cd di artisti che hanno suonato nel locale e prodotti equosolidali. Qui, è da provare, l’aperitivo a base di rum e guaranà.

Articolo creato 49

2 commenti su “Cosa vedere a Trieste in un giorno con i bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto