Seoul

Organizzare un viaggio in Corea del Sud: cosa vedere, informazioni utili e consigli 

Dai palazzi reali ai grattacieli scintillanti, dalla pace dei templi buddisti alla frenesia delle metropoli, la Corea del Sud è un paese pieno di contrasti e di affascinanti contraddizioni. Quest’estate, complici la mia passione per i k-drama ed il mio folle amore per l’Asia, abbiamo deciso di visitarla. In quest’articolo condividerò con te tutte le informazioni utili per organizzare un viaggio in Corea del Sud. Se anche tu sogni di raggiungere questa terra meravigliosa, scoprirai, tra le altre cose, qual’è il periodo migliore per visitarla, dove dormire e cosa vedere in Corea del Sud.

Con una storia travagliata, moderna, ma con un forte legame con la tradizione, la Corea è sicuramente uno dei paesi più affascinanti in cui siamo stati.

Nel corso del nostro viaggio, abbiamo esplorato città all’avanguardia e scoperto villaggi tradizionali, indossato gli hanbok, assaggiato piatti strepitosi, goduto della pace dei templi buddisti e ci siamo persi in caotici mercati.

In soli 20 giorni, la Corea ci è entrata nel cuore. Ci hanno conquistato la gentilezza della popolazione, la vivacità di Seoul, l’autenticità di Busan, i caratteristici edifici di Gyeongju, i colori del mare e l’incredibile cucina di Jeju.

Vediamo, allora, come organizzare un viaggio in Corea del Sud.

Ti potrebbe interessare anche: Cosa vedere a Seoul

Cosa troverai in questo articolo:

Il periodo migliore per un viaggio in Corea

Se stai organizzando un viaggio in Corea, ti starai sicuramente chiedendo qual’è il periodo migliore per visitarla. Inizio col dirti che le stagioni migliori sono la primavera o l’autunno. Se si vogliono individuare dei mesi, si può parlare di aprile, maggio, settembre ed ottobre. 

In Corea, invece, l’estate è molto calda ed umida ed, in particolare a luglio ed agosto, è alta la probabilità d’imbattersi in piogge abbondanti, a volte anche in tifoni. Durante l’inverno, invece, le temperature sono rigide e non è raro che i termometri vadano sotto zero.

Quanto costa organizzare un viaggio in Corea del Sud?

Contrariamente a quanto pensano in molti, la Corea del Sud non è una meta eccessivamente costosa. 

Il costo di un viaggio in Corea dipende da quello che si cerca e dal modo in cui si viaggia. Ci sono, infatti, hotel molto costosi e strutture con prezzi decisamente più convenienti di quelli che si possono trovare in Europa. 

La voce che incide maggiormente sul budget è sicuramente il volo, che, in alcuni periodi, può essere anche molto costoso. Per risparmiare, puoi dare un’occhiata a Skyscanner e cercare la soluzione più adatta a te.

Per il resto la vita in Corea non è eccessivamente cara. Mangiare spendendo poco è piuttosto semplice, gli spostamenti non sono particolarmente costosi e gli ingressi nei siti culturali hanno costi davvero contenuti. 

Organizzare un viaggio in Corea: assicurazione di viaggio

Quando si parte per un viaggio fuori Europa ed, in particolare, quando si viaggia con i bambini è fondamentale stipulare una buona assicurazione di viaggio. 

Noi, per esperienza, consigliamo sempre Chapka. Durante uno dei nostri viaggi, abbiamo, infatti, avuto la sfortuna di doverci rivolgere ad un medico e siamo rimasti davvero soddisfatti. In pochi minuti, ci è stata indicata una struttura a cui rivolgerci e, quando siamo arrivati sul posto, ci è stato comunicato che il costo della visita era già stato pagato dalla nostra assicurazione.

Documenti necessari per un viaggio in Corea del Sud

Per entrare in Corea è necessario essere in possesso di un passaporto, con almeno 3 mesi di validità residua. 


Per soggiorni inferiori a 90 giorni, non è, poi, necessario il visto di ingresso. Dal 1 aprile 2023 al 31 dicembre 2024, è, inoltre, sospeso l’obbligo del K-ETA, l’autorizzazione di viaggio elettronica. 

In ogni caso, ti consiglio di consultare la pagina di Viaggiare Sicuri dedicata alla Corea del Sud.

Organizzare un viaggio in Corea: dove cambiare i soldi in Corea

Va detto, innanzitutto, che in Corea non avrai bisogno di molti contanti. Con la carta di credito potrai, infatti, pagare praticamente ovunque. 

Ci sono però alcune situazioni che richiedono l’uso di contanti (ne avrai bisogno, ad esempio, in alcuni negozi, nei mercati e soprattutto per ricaricare la T-Money, la carta dei trasporti).

Potrai cambiare i soldi senza problemi al tuo arrivo in aeroporto o negli sportelli bancari presenti in città o prelevare comodamente al bancomat. Per farlo assicurati di scegliere uno sportello con la scritta “Global” e seleziona l’opzione “foreign cards”. Gli altri bancomat funzionano solo con le carte coreane.

Comunicare in Corea

Da quando siamo tornati, una delle domande che mi fanno più spesso è “ma i coreani parlano inglese?”

Per la nostra esperienza è difficile trovare qualcuno che lo parli bene. In ogni caso, non abbiamo mai avuto problemi nel farci capire. 

In generale, nelle attrazioni turistiche e negli hotel si parla inglese. Chiaramente è più difficile che lo parli l’autista del bus o la signora del mercato, ma sono tutti talmente gentili che troveranno il modo di farsi capire. 

Ecco alcune parole in coreano che potrebbero tornarti utili!

Buongiorno: Annyong-ha-se-yò

Ciao: Annyong

Grazie: Gam-sa-hamnidà

Scusi: Cioe-song-hamnidà

Organizzare un viaggio in Corea: telefono e internet

In Corea il wi-fi pubblico è piuttosto diffuso. È presente, ad esempio, sui mezzi pubblici. Naturalmente, potrai, poi, usare quello del tuo hotel e dei locali in cui ti fermi.

Potrebbe però essere utile, per app di traduzione e mappe, avere internet sempre a disposizione. Per questo, al tuo arrivo in aeroporto, ti consiglio di acquistare una sim card coreana. 

Tieni presente che i costi non sono proprio “contenuti”, almeno se confrontati con quelli che si sostengono in altri paesi asiatici.

Organizzare un viaggio in Corea del Sud: trasporti e spostamenti

Muoversi in città in Corea del Sud

Una volta in Corea, ti consiglio di acquistare una T-money. Si tratta di una sorta di carta prepagata che può essere usata per pagare i mezzi di trasporto in Corea. Le troverai in qualsiasi convenience store (7-Eleven, CU,  GS25, ecc.). Tieni presente che, una volta comprata, la T-money deve essere ricaricata con i contanti. Potrai farlo sempre nei convenience stores o presso i distributori automatici in qualsiasi stazione della metropolitana.

Il bello di queste tessere è che, con la tua T-money, potrai pagare i mezzi non solo a Seoul, ma anche nelle altre città in Corea. 

Se stai visitando la Corea del Sud con i bambini, ricordati far registrare la loro carta con la loro data di nascita. Noi l’abbiamo fatto in un convenience store all’inizio del nostro viaggio. Bambini e ragazzi, infatti, usufruiscono di una tariffa scontata.

Qui, trovi tutte le informazioni utili.

Per visitare la Corea, noi ci siamo sempre spostati senza problemi con metropolitana e autobus. In alternativa, potrai optare per un taxi (i cui costi sono naturalmente più elevati, ma non come quelli di un taxi in Italia).

Spostamenti tra le città della Corea del Sud 

Durante il nostro viaggio, abbiamo testato sia treni che autobus e dobbiamo dire che si tratta di servizi davvero efficienti. 

In particolare, abbiamo raggiunto in treno Gyeongju partendo dalla stazione di Seoul e, poi, da Gyeongju ci siamo diretti verso Busan in autobus. 

Abbiamo acquistato i biglietti direttamente in stazione. 

In ogni caso, i biglietti dei treni si possono acquistare anche sul sito della KORAIL

Ti segnalo anche che, se intendi visitare più città in pochi giorni e spostarti esclusivamente in treno, puoi comprare il Korail Pass, che da diritto a corse illimitate per un periodo di 2 – 3 – 4 o 5 giorni. 

Applicazioni utili per un viaggio in Corea del Sud

Se stai organizzando un viaggio in Corea, ti consiglio di portarti avanti, scaricando sul tuo telefono alcune applicazioni che ci hanno aiutato molto.

  • Kakao Map: è utile per capire come raggiungere un luogo. Inserendo punto di partenza e di arrivo, l’app mostra i diversi possibili percorsi. Indicando anche fermate degli autobus e tempi di attesa;
  • Metro Transit: selezionando stazione di partenza e di arrivo, mostra il percorso ed indica il tempo di percorrenza. È molto utile soprattutto in una città come Seoul in cui le distanze sono notevoli;
  • Emergency Ready App: qui trovi tutte le informazioni utili in caso di emergenza.

Naturalmente non dimenticare di scaricare anche Google Traduttore! 

Cosa vedere in Corea del Sud: itinerario di viaggio

Le cose da vedere in Corea del Sud sono tantissime, a partire dalla meravigliosa Seoul. 

Noi avevamo a disposizione 20 giorni ed abbiamo pensato di dedicarli a Seoul, Gyeongju, Busan e Jeju. 

Naturalmente ci sarebbero molte altre città di visitare, ma abbiamo deciso di non correre troppo, per avere il tempo di vivere, davvero, le città, e di tornare in futuro ad esplorare altre zone.

Qui, ti darò qualche spunto ed inizierò a parlarti di quello che potresti vedere in queste città. Sul blog troverai presto degli articoli più dettagliati dedicati alle singole località.

Viaggio in Corea del Sud: Cosa vedere a Seoul

Seoul è una città moderna, ricca di siti di interesse storico, edifici tradizionali e quartieri vivaci. Insomma, le cose da vedere non mancano e potresti fermarti in questa dinamica metropoli anche per due settimane senza annoiarti.

Qui, ti darò un’idea di cosa fare, ma parlerò nel dettaglio di cosa vedere a Seoul in articolo dedicato alla città.

Innanzitutto, imperdibili sono i palazzi imperiali. In tutto sono cinque e si trovano tutti nella zona centrale di Seoul.

Il principale è l’immenso Palazzo Gyeongbokgung. Noi l’abbiamo visitato indossando gli hanbok, gli abiti tradizionali, ed è stata un’esperienza meravigliosa. Nel sito si possono visitare anche alcuni musei.

Ci sono, poi, il Palazzo Changdeokgung, con il suo Giardino Segreto; il Palazzo Deoksugung; il Changgyeonggung, il Deoksugung e il Gyeonghuigung.

Meravigliosi sono, poi, i templi ed i santuari. In città ce ne sono diversi. Imperdibili sono il coloratissimo tempio Jogyesa, il santuario Jongmyo (entrambi situati in centro a Seoul) ed il tempio Bongeunsa (situato a Gamgnam).

Una delle aree più caratteristiche di Seoul è il Cheonggyecheon, un percorso che costeggia un ruscello e che attraversa il centro città. Percorrendolo tutto, raggiungerai Piazza Gwanghwamun, con le statue e l’incredibile portale.

Da non perdere è anche il villaggio tradizionale di Bukchon, con le autentiche case coreane (hanok).

Attraversa, poi, il quartiere Samcheong-dong, dove troverai piccole botteghe e bar  caratteristici. Da qui, arriverai alla vivace Insadong.

Raggiungi, anche, Ikseondong. Qui, le case tradizionali sono state trasformate in bar, negozi e ristoranti.

Da visitare c’è, poi, il quartiere di Myeongdong, famoso per lo shopping e la qualità dello street food. In quest’area, troverai anche la Cattedrale di Myeongdong, la cabinovia che conduce alla N Seoul Tower e la porta di Namdaemun, il portale di accesso meridionale della città murata, diventato un’immagine simbolo di Seoul.

Da non perdere, non lontano da Myeongdong, è anche il caratteristico Villaggio di Namsangol.

Abbiamo amato anche Hyehwa, una vivace zona universitaria.  Da qui, salendo per i vialetti si può raggiunge l’Ihwa Mural Village, un quartiere oggetto di riqualificazione, oggi pieno di murales.

Piacevole è, poi, l’energia che si respira nel quartiere universitario di Hongdae. Ti consiglio di raggiungerlo nel pomeriggio, per una merenda in uno dei suoi particolarissimi locali.

Se, come me, hai una vera e propria passione per i mercati, a Seoul troverai quello che cerchi. Ti segnalo, in particolare, il Gwangjang Market, per lo street food, il Noryangjin Market, dove troverai pesce freschissimo, ed il Namdaemun Market, in cui si trovano soprattutto, vestiti e tessuti.

Tanto c’è da vedere anche a sud del fiume Han. Qui troverai la Lotte Tower, il Seokchon Lake, il Coex e la Starfield Library e la famosissima Gangnam

Viaggio in Corea del Sud: cosa vedere a Gyeongju

Gyeongju è stata la seconda tappa del nostro viaggio. 

Si tratta di una cittadina tranquilla, il cui patrimonio storico, architettonico e artistico è considerato tra i più importanti del paese.

La maggior parte delle attrazioni si trovano nei pressi del centro. Arrivando da Seoul si ha l’impressione di arrivare da un altro mondo.

Da vedere a Gyeongju ci sono le Tombe di Noseo-ri, le Tombe di Nodong-ri e le Tombe di Daereungwon, l’antico osservatorio astronomico di Cheomseongdae, il meraviglioso Palazzo di Donggung, il ponte Woljeonggyo, il Tempio Bunhwangsa ed il caratteristico Hanok Village

Gyeongju ti stupirà con i suoi ampi spazi verdi e gli edifici tradizionali perfettamente inseriti nel paesaggio circostante. 

Una giornata va assolutamente dedicata alla visita del Tempio Bulguksa ed alla Grotta di Seokguram

Diversi punti d’interesse si trovano, poi, nell’area del Monte Namsan

Infine, se hai abbastanza tempo, puoi raggiungere il villaggio tradizionale hanok di Yangdong.

Viaggio in Corea del Sud: cosa vedere a Busan

Situata sulla costa sud, Busan è la principale città portuale della Corea. Si tratta di una metropoli vivace, ricca di attrazioni culturali e naturalistiche. 

Qui c’è, infatti, uno dei templi più belli della Corea, il tempio di Haedong Yonggungsa, costruito su di una scogliera affacciata sul mare. Da non perdere a Busan è anche il Tempio Beomeosa, situato ai piedi di una montagna ed immerso nella natura. Si tratta di un luogo tranquillo, poco frequentato dai turisti.

In centro, sono assolutamente da vedere il Gukje Market ed il caratteristico mercato di Jagalchi, il mercato del pesce. Qui, ti consiglio di assaggiare il Sannakji, un piatto tipico coreano a base di polipo crudo davvero delizioso.

Puoi, poi, raggiungere lo Yongdusan Park, la Busan Tower ed il parco di Taejongdae.

Da non perdere a Busan c’è anche il Gamcheon Cultural Village. Nato come area residenziale per i rifugiati durante la guerra di Corea, è stato oggetto di un opera di riqualificazione ed è oggi un centro culturale ed artistico. Si tratta di un luogo, davvero, particolare, che vale la pena di ammirare.

Nel tardo pomeriggio e la sera, ti consiglio di visitare Seomyeon, una zona piena centri commerciali, negozi, ristorantini e bar.

Se ami il genere, a Busan c’è, poi, uno dei centri commerciali più grandi al mondo, lo Shinsegae.

Se, infine, durante il tuo viaggio in Corea, vuoi trascorrere del tempo al mare, puoi raggiungere la spiaggia di Haeundae, una delle spiagge più famose della zona.  Anche i dintorni sono piacevoli da esplorare. 

Viaggio in Corea del Sud: Cosa vedere a Jeju

In un articolo dedicato a cosa vedere in Corea del Sud non può mancare l’isola di Jeju, una delle destinazioni turistiche più popolari del paese. Si tratta di un’isola di origine vulcanica caratterizzata da bellissime spiagge, vulcani, cascate, foreste e parchi nazionali. 

In base alla nostra esperienza, tra le spiagge ti consiglio Hyeopjae Beach, Gimnyeong Beach e Hamdoek Beach

Assolutamente da raggiungere sono, poi, Seongsan Illchulbong, a circa a metà della costa est, ed è il promontorio vulcanico noto come Sunrise Peak. In questa zona, potrai anche intravedere le haenyeo, le tradizionali donne pescatrici di Jeju.

Non distanti ci sono anche i tubi di lava di Manjanggul, sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Non lasciare Jeju senza aver mangiato alle bancarelle del Dongmun Traditional Market a Jeju City. È uno dei night market in cui abbiamo mangiato meglio in assoluto (e nei nostri viaggi non ce ne facciamo scappare uno!)

spiaggia Jeju

Cosa vedere in Corea con i bambini

Un viaggio in Corea piacerà sicuramente anche ai tuoi bambini. In Corea ci sono, infatti tantissime attività da fare anche con i più piccoli. 

Solo a Seoul ci sono diversi parchi divertimenti come Lotte World, Everland, Caribbean Bay o Kidzania. 

In Corea troverai anche dei bar dedicati esclusivamente ai più piccoli, dove i bimbi possono giocare mentre i genitori si rilassano. 

Dove dormire in Corea del Sud

Noi, come sempre, abbiamo prenotato tutti gli alloggi su Booking.

Seoul

Abbiamo trascorso qualche giorno a Seoul sia all’inizio che alla fine del nostro viaggio. 

All’arrivo abbiamo deciso di alloggiare in centro. L’hotel era il Travelodge Dongdaemun Seoul. Si tratta di una catena con prezzi accessibili. La posizione è perfetta per chi raggiunge Seoul per la prima volta. Vicina alla maggior parte delle attrazioni da non perdere, ai mercati ed alla metropolitana.

Alla fine del nostro viaggio, avendo in programma di visitare altre zone della città, ci siamo spostati al di sotto del fiume, in una zona più distante dal centro. Quando organizzi un viaggio in Corea del Sud e scegli gli hotel, tieni, infatti, presente che Seoul è davvero enorme e che per raggiungere determinate zone potresti impiegarci anche un’ora in metropolitana. 

Noi, complice un’ottima offerta, abbiamo alloggiato allo Shilla Stay Guro, un hotel moderno, davvero bello, vicinissimo alla stazione della metropolitana.

Gyeongju

A Gyeongju l’idea iniziale era di fermarci a dormire in un Hanok, una casa tradizionale coreana, ma, purtroppo quando ho iniziato a cercare gli alloggi i prezzi erano già molto alti e, dato che cerchiamo sempre di restare in un determinato budget per poter viaggiare il più possibile, abbiamo dovuto rimandare l’esperienza al nostro prossimo viaggio in Corea (si.. torneremo sicuramente!).

Abbiamo quindi alloggiato in un bellissimo ostello.

Si tratta del Gyeongju BonghwangMansion. È uno degli alloggi che abbiamo amato di più. Mattia, in particolare, l’ha adorato.  L’atmosfera è, davvero, piacevole ed al mattino il proprietario prepara per tutti una semplice, ma gustosa colazione a base di toast e uova.

Busan 

A Busan abbiamo optato per l’Ibis Ambassador Busan City Centre.

Si tratta del classico Ibis Hotel. L’abbiamo scelto per il prezzo che nel nostro caso era, davvero, conveniente e per l’ottima posizione. 

Jeju 

Al momento della scelta dell’hotel a Jeju tutto dipende da se avrai o meno un mezzo a disposizione. Noi abbiamo deciso di non noleggiare un auto e di spostarci con i mezzi. 

Ti anticipo, già, che è possibile. I servizi di trasporto in Corea funzionano benissimo e con la T – money non avrai problemi, ma l’isola è grande e i tempi per gli spostamenti sono importanti. 

Se non avrai un mezzo a disposizione, cerca un alloggio a Jeju City, che è l’hub di riferimento per i trasporti.

Qui le alternative sono tantissime. Noi abbiamo optato per l’Hotel Regent Marine The Blue. Onestamente l’abbiamo fatto perché abbiamo trovato un’ottima offerta, ma non ci ha fatto impazzire. Tutto però dipende da cosa si cerca. È un bell hotel, con ampie stanze, palestra e piscina sul tetto, situato in un’ottima posizione vista mare (porto). Semplicemente noi preferiamo soluzioni più semplici e familiari. 

Cosa mangiare in Corea del Sud

Nel corso del nostro viaggio in Corea del Sud abbiamo mangiato benissimo. La cucina coreana è , infatti, una di quelle che ho preferito in assoluto. 

Tra i piatti più famosi ci sono, ad esempio, il Bibimbap, letteralmente “riso mescolato”, il Bulgogi, i Tteokbokki, degli gnocchi di riso cotti in una salsa al peperoncino, ed il Gimbap, un rotolo di riso farcito in vari modi.

Ci sono poi le zuppe, il pesce e tantissimi piatti a base di carne. Diffusissimi sono, infatti, i ristoranti in cui devi cuocere personalmente la carne su una griglia posta al centro del tavolo.

A noi è, poi, piaciuto particolarmente il Dakgalbi, un piatto a base di pollo piccante ed altri ingredienti che viene cucinato direttamente al tavolo.

Anche lo street food coreano è davvero delizioso. 

Spero che questo articolo ti sarà utile nell’organizzare un viaggio in Corea del Sud. Se hai dubbi o domande, scrivimi! Sarò felice di aiutarti! 

Se il post ti è piaciuto condividilo!

 

Pulceinviaggio partecipa a dei programmi di affiliazione. Questo significa che per gli acquisti effettuati tramite alcuni dei link che trovi sul sito ci viene riconosciuta una piccola percentuale, ma senza costi aggiuntivi per te.

Articolo creato 63

Un commento su “Organizzare un viaggio in Corea del Sud: cosa vedere, informazioni utili e consigli 

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto