Come organizzare un viaggio in Vietnam con i bambini

Il Vietnam è un paese che abbiamo amato dal primo momento, per la sua natura selvaggia, le sue città caotiche e le sue tradizioni affascinanti. In questo articolo vorrei parlarvi di come organizzare un viaggio in Vietnam fai da te e darvi qualche piccolo consiglio per definire il vostro itinerario in Vietnam, con i bambini (o senza).

Il Vietnam è un paese incantevole, in cui paesaggi naturali stupendi e città caotiche coesistono. La sua cultura, la storia travagliata, le leggende affascinanti, l’architettura, le tradizioni, la fierezza degli abitanti ed il cibo spettacolare ci sono entrati nel cuore. 

Durante il nostro viaggio abbiamo attraversato il paese da nord a sud, spostandoci, prevalentemente via terra, con un bambino di due anni. Benché questa non sia la prima meta a cui si pensa quando si decide di fare un viaggio con i bambini, noi abbiamo adorato visitare il Vietnam con Mattia, che è stato, da subito, accolto benissimo da tutti. 

Mattia, durante il nostro viaggio in Vietnam, accarezza la statua di una tigre all'ingresso di un tempio ad Hanoi.
Mattia

Come organizzare un viaggio in Vietnam: documenti e precauzioni

Visto per il Vietnam

Solo chi intende soggiornare in Vietnam più di 15 giorni dovrà far richiesta del visto. Grazie ad un provvedimento governativo in vigore dal 1° luglio 2015 ed esteso, per il momento, al 30 giugno 2021, infatti, chiunque entri in Vietnam per un soggiorno massimo di 15 giorni è esentato dal visto. È sufficiente avere un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi (e due pagine vuote) ed un biglietto aereo di ritorno. 

Mattia ed una bambina Vietnamita.
Nuova amica

Precauzioni sanitarie per un viaggio in Vietnam

Le condizioni igieniche del paese spesso lasciano un po’ a desiderare. Per questo motivo, è consigliato bere solo acqua in bottiglia, evitare il ghiaccio nelle bibite, prediligere frutta ancora da sbucciare e lavarsi molto spesso le mani. Noi non ci siamo comunque, mai, trovati in situazioni che abbiamo reputato rischiose.

Il nostro consiglio se state organizzando un viaggio in Vietnam con i bambini (ma, anche, senza) è, poi, quello di passare, prima della partenza, al Centro Viaggiatori Internazionali della vostra città, così da verificare, in base all’itinerario di viaggio prescelto, se è consigliato fare qualche vaccino. 

Tenete, inoltre, in considerazione che, per evitare di contrarre malattie come la Dengue, è opportuno adottare un comportamento adeguato. È, quindi, consigliato di prendere le dovute precauzioni contro le punture di zanzara: ad esempio, utilizzando un repellente con concentrazione deet superiore al 50%, prediligendo indumenti chiari e lunghi e, se la zona lo richiede, dormendo sotto una zanzariera (si trovano anche portatili).

Donna vietnamita.

Come organizzare un viaggio in Vietnam: comunicazioni e internet

Benché il wifi gratuito sia facilmente reperibile, secondo noi, per viaggiare in Vietnam è assolutamente necessario acquistare una sim vietnamita così da muoversi tranquillamente. Ciò, oltre a facilitarvi negli spostamenti, vi permetterà di utilizzare Grab e, soprattutto, app come Google Translate, indispensabili qualora abbiate bisogno di qualcosa e non riusciate a trovare qualcuno che parli inglese (considerate che, fuori dalle zone più turistiche, quasi nessuno lo fa).

In aeroporto troverete delle bancarelle in cui acquistare una SIM locale.

In alternativa, in qualsiasi città, ci sono diversi negozi di cellulari multimarca, che vendono SIM, o potrete rivolgervi ai negozi dei vari operatori. L’operatore più diffuso è Viettel.

Come organizzare un viaggio in Vietnam - Halong Bay
Halong bay

Come organizzare un viaggio in Vietnam: itinerario 

Per noi, che amiamo i viaggi a tappe, zaino in spalla, questo viaggio è stato incredibilmente bello. Complici dei biglietti aerei ad un prezzo convenientissimo, abbiamo optato per un itinerario un po’ particolare: due giorni in Cina, a Shanghai, tre giorni a Bangkok e, poi, il mio tanto desiderato Vietnam, che abbiamo attraversato da nord a sud.

Essendo la prima volta che visitavamo il Vietnam, abbiamo deciso di concentrarci sulle città principali, e, come da consiglio del Centro Viaggiatori Internazionali della nostra città, abbiamo evitato le zone rurali, dal momento che Mattia è ancora piuttosto piccolo. 

Siamo, quindi, partiti da Hanoi, da cui abbiamo raggiunto la baia di Halong, e, passando per Huè ed Hoi An, siamo scesi verso Ho chi Minh. 

Come organizzare un viaggio in Vietnam - Noi ad Huè
Huè

Come organizzare un viaggio in Vietnam: spostamenti

Muoversi in Vietnam è abbastanza semplice e non particolarmente costoso. Treni e autobus, infatti, collegano molto bene l’intero paese. È vero che i mezzi sono piuttosto datati e spesso in ritardo, ma fanno il loro lavoro. Va, poi, detto che anche i voli interni sono molto frequenti ed abbastanza economici.

Per spostarsi in Vietnam è possibile acquistare i biglietti dei mezzi nelle agenzie di qualsiasi città, direttamente alle biglietterie, prima della partenza, o on line (noi, quando viaggiamo in Asia, troviamo comodissimo, anche solo per programmare le diverse tratte, il sito https://12go.asia/it/travel/).

viaggio in Vietnam - Tran Quoc Pagoda, Hanoi
Hanoi

I nostri spostamenti

Durante il nostro viaggio in Vietnam abbiamo fatto tre grossi spostamenti. 

Hanoi – Huè

Per il tragitto da Hanoi ad Huè abbiamo optato per un pullman notturno. Il viaggio è stato piuttosto lento, dato che il nostro autobus, molto datato, si è dovuto fermare in più occasioni per un guasto al motore. Va considerato che i mezzi di trasporto in Vietnam sono molto spartani e la puntualità non è certamente un punto forte; in ogni caso, fanno il loro dovere. 

L’unico consiglio che ci sentiamo di darvi, se avete la possibilità di scegliere, è quello di non prenotare i posti in fondo all’autobus, che risultano un po’ opprimenti. Questo vale a maggior ragione se viaggiate con i bambini.

Huè – Hoi An

Da Huè ad Hoi An abbiamo preso un normale pullman, che in circa cinque ore ci ha condotti a destinazione. Prima di acquistare i biglietti on line, verificate che prezzi propongono le agenzie in città, i cui autobus vi verranno a prendere direttamente in hotel. 

Tenete in considerazione che ad Hoi An gli autobus non entrano in centro, quindi, se il vostro hotel si trovasse in questa zona, l’autobus si fermerà appena fuori e dovrete chiamare un taxi.

Hoi An – Ho Chi Minh

Potrete scegliere di percorrere il tragitto che va da Hoi An a Ho Chi Minh sia con un pullman che in treno, ma considerate che si tratta di 22 ore di viaggio, nel primo caso, e di circa 18, nel secondo. Noi, viaggiando con un bambino di due anni, abbiamo deciso di prendere l’aereo. Abbiamo, quindi, raggiunto con un taxi l’aeroporto di Da Nang e da qui ci siamo diretti ad Ho Chi Minh.

Spostarsi in città

Per spostarsi nelle città vietnamite, abbiamo utilizzato i Taxi  e Grab. Sono due alternative economiche, comode ed efficienti. Ricordate di chiedere sempre ai taxisti di avviare il tassametro e tenete in considerazione che, anche se al momento vi sembra una proposta vantaggiosa, qualsiasi cifra fissa vi venga richiesta è più alta di quanto paghereste in base al tassametro.

Spero di avervi fornito tutte le informazioni necessarie per organizzare il vostro viaggio in Vietnam. Se avete qualche dubbio o curiosità su questo meraviglioso paese, non esitate a scriverci.

Articolo creato 49

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto